Frutta e verdura: meglio perdere il conto delle porzioni

Frutta e verdura: meglio perdere il conto delle porzioni

Frutta e verdura sono sempre più apprezzate, anche grazie al caldo dei mesi estivi. Questo è quello che emerge dall’indagine Coldiretti, che tra l’altro evidenzia una crescita progressiva dell’interesse verso alimenti più salutari. Eppure di fronte ad un risultato tanto interessante riesco a fatica ad essere davvero soddisfatta: perché ancora troppo pochi di noi consumano Leggi di più

Birra: più cautela sui benefici, è una bevanda alcolica!

Birra: più cautela sui benefici, è una bevanda alcolica!

Una birra fresca, bionda, con la schiuma bianca fine e persistente è quanto desidero in questo preciso momento in cui sto leggendo di miti e informazioni scientifiche su questa bevanda. Il mercato della birra è cresciuto: in Italia le vendite sono aumentate del 10,6% nel 2017, rispetto all’anno precedente. Chissà in che percentuale sono cresciute Leggi di più

Lo spreco alimentare pesa 100 g a testa al giorno

Lo spreco alimentare pesa 100 g a testa al giorno

Lo spreco alimentare ha numeri che parlano chiaro e lasciano poco spazio ai fraintendimenti: “Ogni anno un terzo del cibo prodotto per il consumo umano va perduto o sprecato.” Le perdite coinvolgono tutta la filiera alimentare, non riguardano solo i bidoni della spazzatura domestici. Si buttano cibo, manodopera, acqua e energia. Si inquina ancora troppo, Leggi di più

Dieta mediterranea, stile di vita attivo: il ruolo dei latticini

Dieta mediterranea, stile di vita attivo: il ruolo dei latticini

La dieta mediterranea è senz’altro il regime alimentare supportato dal maggior numero di studi epidemiologici. Tutti confermano come l’adesione allo schema proposto da questo modello alimentare favorisca la riduzione del rischio di soffrire di diverse malattie, cardiovascolari in primis ma anche tumorali. Inoltre la dieta mediterranea ha dimostrato di essere anche sostenibile per l’ambiente, di Leggi di più

Olio extravergine: ho detto tutto o ho detto niente?

Olio extravergine: ho detto tutto o ho detto niente?

La maggior parte si troveranno concordi nell’affermare che crudo e in termini nutrizionali l’olio extravergine di oliva è la scelta più adatta per il gusto e il benessere. Davvero è così? Basta leggere olio extravergine, detto più comodamente olio EVO, sul fronte della bottiglia per essere certi di mettere in tavola il migliore dei condimenti? Leggi di più

Colesterolo e uova: un vecchio pregiudizio da sconfiggere?

Colesterolo e uova: un vecchio pregiudizio da sconfiggere

Colesterolo e uova: conosco diverse persone che sarebbero pronte a giurare che le uova vanno consumate con moderazione perché altrimenti si alza la concentrazione di colesterolo nel sangue! Si tratta di una informazione che trae le sue origini dalle informazioni divulgate molti anni fa: nel tempo, però, sono state aggiornate da nuove ricerche scientifiche. Tuttavia, Leggi di più

I fritti: sì, ma meno possibile, e le 8 regole per la salute

I fritti: sì, ma meno possibile, e le 8 regole per la salute

I fritti, che si tratti di dolci, di patate, verdure o di fritti misti salati, sono di certo tra gli alimenti considerati poco salutari. Dovrebbe essere sapere comune che si tratta di alimenti da consumare con moderazione e che è preferibile un buon fritto preparato a casa seguendo alcuni principi, o preparato in locali selezionati. Leggi di più

Il sale: aggiunto, nascosto e i 6 cibi che ne sono più ricchi

Il sale: aggiunto, nascosto e i 6 cibi che ne sono più ricchi

– Sale? – No grazie! Ecco la risposta che dovremmo dare tutti quando siamo in tavola. Perché l’eccessivo consumo di sale è una delle principali cause della pressione alta, condizione che aumenta il rischio di soffrire di malattie al cuore e vascolari. Considerata la crescente attenzione per gli alimenti più sani sarebbe interessante veder scomparire Leggi di più

Chi fa "pausa pranzo" piano, va sano e lontano!

Chi fa “pausa pranzo” piano, va sano e lontano!

La pausa pranzo è il termine che ha sostituito nell’uso comune quel momento, che “fu” anche familiare e conviviale, in cui ci si sedeva a tavola attorno alle 13.00 e si pranzava. L’efficienza richiesta oggi non lo consente, perciò prima agendo sul tempo, poi sulla quantità e qualità degli alimenti e poi sul nostro vocabolario Leggi di più