Anguilla di Comacchio: è ancora tutto come un tempo?

anguilla-comacchio-food-holmes L’anguilla di Comacchio e la Sagra che si tiene ogni anno in suo onore valgono ben una gita. Io ci sono stata per la prima volta lo scorso anno e di certo ripeterò l’esperienza.
La cittadina è accogliente, l’organizzazione offre un simpatico mercatino di tutto un po’ e lungo la via principale si possono fare diverse tappe assaggio.
I canali di Comacchio sono navigabili e in occasione della Sagra ci sono diverse gite organizzate a cui partecipare.

Una sosta la merita senz’altro la Manifattura dei Marinati: meglio dare un’occhiata al programma e partecipare ad una delle visite guidate come ho fatto io. In questa fabbrica/museo ho trovato la risposta alla mia domanda: si pescano ancora le anguille come si faceva un tempo?
La risposta è “ni”.
L’anguilla anguilla, questo il nome scientifico non si riproduce in cattività. Tutti gli esemplari nascono nel Mar dei Sargassi. Le piccole larve, i leptocefali, attraversano l’oceano Atlantico per raggiungere in circa 3 anni le acque interne del Delta del Po, e altre aree europee, per crescere. Raggiunta la maturità sessuale, a 9 anni per i maschi e a 12 anni per le femmine, sentono il “richiamo del mare” e tornano mar dei Sargassi dove, una volta deposte le uova, muoiono.

Le anguille ormai sono poche

la presenza di questo pesce ha subito drastiche riduzioni nel numero, soprattutto per 3 motivi:
  • riduzione e talvolta la scomparsa della vegetazione acquatica;
  • canalizzazione e alterazione del naturale percorso dei fiumi;
  • pesca eccessiva e non regolamentare.
La quantità del pescato si è notevolmente ridotta negli anni, causando il mutamento dall’economia locale.
Oggi sono attive, seppur in diversa misura due forme di allevamento: i ragani pescati durante il loro viaggio verso le coste italiane e europee vengono allevati nelle “valli da pesca”, aree lagunari confinate o in vasche a circuito aperto.
Da parte mia condivido il rammarico di molti, ma apprezzo anche molto le strategie di recupero e salvaguardia del territorio.
L’anguilla marinata di Comacchio oggi è un presidio slow food, e la Manifattura dei Marinati è ritornata ad essere una fabbrica attiva in alcuni mesi dell’anno e un museo.

Mangiare l’anguilla a Comacchio

A Comacchio ancora si prepara l’anguilla marinata, realizzata secondo la ricetta originale nella Sala dei Fuochi della Manifattura dei Marinati. Le anguille, cotte allo spiedo, vengono “marinate” in una salamoia realizzata aggiungendo, per ogni litro di aceto di vino bianco, un bicchiere d’acqua, 70 g di sale di Cervia e una foglia di alloro. Le anguille marinate si conservano i barattoli di latta.

La cucina testimonia il profondo legame tra Comacchio e le sue anguille: le specialità tipiche comacchiesi che ne prevedono l’impiego sono 48! Una delle più semplici e più apprezzate è “alla griglia”.
Durante la Sagra c’è l’imbarazzo della scelta: lo Stand Gastronomico lungo Argine Fattibello, le postazioni di via Agatopisto e Cortile di Palazzo Bellini, e molti altri lungo le vie del centro. Dall’epoca Estense è considerato il re dei piatti!

È vero che l’anguilla è grassa?

Sì, tuttavia i grassi dell’anguilla sono tanti quanti quelli di alcuni pesci come sgombro, salmone, aringa e tonno e sono soprattutto fosfolipidi e grassi insaturi ad alta concentrazione di Omega 3.
In ogni caso, con questo, come con ogni altro alimento vale la regola della consapevolezza.

Il pesce è ricco di proteine e perciò secondo il classico menu italiano rappresenta un secondo piatto. Una porzione di anguilla alla griglia abbinata con un buon contorno di verdure fresche e del pane fresco è un pranzo a cui non rinunciare…soprattutto prima di una piacevole passeggiata 😉

Bibliografia e sitografia
– Manifattura dei Marinati http://www.comune.comacchio.fe.it/index.php/Citta-e-Territorio/Arte-Storia-e-Cultura/Arte-e-Monumenti/Manifattura-dei-Marinati – accesso del 26.01.18
– La cucina del Parco del Delta: Storia e ricette. Graziano Pozzetto. TARKA, 2014 – 416 pagine
– Anguilla delle Valli di Comacchio Relazione storica – http://www.provincia.fe.it/download/Relazione%20storica%20Anguilla%20delle%20Valli%20di%20Comacchio.pdf?db=/intranet/internet.nsf&uid=C1369A18523C9F0EC125702800372857– accesso del 26.01.18
– Piano gestione anguilla regione veneto https://cdn1.regione.veneto.it/alfstreaming-servlet/streamer/resourceId/4bc5283c-15ed-4b7c-8974-d105312684de/pianoRegionaleAnguilla.pdf– accesso del 26.01.18
– L’anguilla delle Valli di Comacchio. http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/parchi-natura2000/consultazione/pubblicazioni/immagini%20e%20allegati/riviste-storie-naturali/n2-2005/p.6373_Cultura_educazione.pdf/at_download/file/p.63-73_Cultura_educazione.pdf – accesso del 26.01.18
-Pesce. Consumo consapevole e benefici nutrizionali http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_221_allegato.pdf – accesso del 26.01.18

Autore dell'articolo: Francesca Antonucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *